mercoledì 23 maggio 2012

Seveso, cade la giunta. Al Nord PdL e Lega sempre più distanti

Il sindaco Pdl di Seveso, Massimo Donati, si è dimesso. Causa dell'esito traumatico del conflitto tra lui, la Lega e parte del suo stesso partito, il casello della Pedemontana che Donati ha accettato contro il parere dei tre assessori del Carroccio. Questi, per protesta, nei giorni scorsi si erano dimessi, mentre i sette consiglieri i della Lega avevano disertato l’ultima seduta del consiglio comunale.
La lettera di dimissioni che è stata consegnata al segretario comunale, se non verrà ritirata entro venti giorni, aprirà le porta al commissario prefettizio e a nuove elezioni. Crolla così miseramente anche un altro caposaldo della destra in Brianza che si aggiunge a quelli che sono stati bocciati dagli elettori lo scorso fine settimana. La faglia che ormai divide gli orfani di Berlusconi dagli orfani di Bossi continua ad allargarsi al Nord e il movimento tellurico non accenna a fermarsi.
Anche a Paderno Dugnano i segnali dei sismografi registrano questo progressivo allontanamento che somiglia alla deriva dei continenti. Ieri sera in consiglio comunale ad esempio si è registrata un'altra spaccatura (dopo quella sul commercio di due mesi fa) tra PdL e Lega. Allora i padani avevano scelto di astenersi su un ordine del giorno proposto dall'opposizione (contraria alla liberalizzazione degli orari dei negozi) differenziandosi dal Pdl che lo aveva invece bocciato. Ieri sera la Lega aveva presentato un OdG in cui chiedeva al Consiglio di sollecitare la Regione a fare una nuova legge che preveda agevolazioni economiche per il riscatto dei diritti di superficie. Se lo è visto respingere oltre che dal voto negativo della minoranza, anche dall'astensione irridente del PdL ("la Regione le sue leggi se le deve fare da sola" ha detto il capogruppo azzurro Rimoldi). 
Un'altra diversità di voto era avvenuta il mese scorso sull'OdG Anelli-Cerioni relativo alla richiesta al governo di cancellare l'acquisto dei caccia F35. Anche qui PdL contrario, Lega astenuta dopo aver condiviso sostanzialmente il contenuto dell'ordine del giorno. 
Siamo in molti ormai a chiederci quando tutti questi scricchiolii produrranno la scossa fatale?

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao, vorrei inviarti un comunicato stampa, puoi darmi l'indirizzo mail?
Ti ringrazio!

Carlo Arcari ha detto...

www.carlo_arcari@hotmail.com