mercoledì 23 maggio 2012

Diritti di superficie: Alparone non rispetta la legge? Denunciamolo.

La giunta di destra è fuorilegge perchè non rispetta le norme che stabiliscono la destinazione all'edilizia sociale dei fondi raccolti con la vendita dei diritti di superficie delle case popolari. Questa violazione delle leggi in materia è un fatto palese e dichiarato, anzi rivendicato, anche dallo stesso sindaco pertanto invito i condomini delle case 167 a denunciarlo al più presto.
Il punto è stato reso evidente a tutti ieri sera in Consiglio comunale con un intervento di Alparone in risposta a una precisa domanda del capogruppo Coloretti durante la discussione dell'OdG presentato dalla Lega su questo tema (la richiesta alla Regione di varare una nuova legge in materia di diritti di superficie). Il consigliere del PD chiedeva di conoscere la precisa destinazione degli 800mila euro incassati con i riscatti e il sindaco gli ha risposto che questi servono per tenere basse le aliquote IMU e Irpef, confermando quello che tutti avevano sospettato e cioè che i soldi raccolti dai condomini non sono stati destinati all'edilizia sociale, ma per far quadrare il bilancio scritto in gran parte sull'acqua dalla sua giunta.
I condomini 167 che ieri sera costituivano la quasi totalità del pubblico presente in sala hanno così commentato oggi sul blog Cara Terra Mia le affermazioni di Alparone: "Questa giunta una cosa l'ha fatta. Ha fatto la scelta politica di non considerare i bisogni dei cittadini, di non applicare nessuna delle proposte dei Condomini 167. E' una scelta politica quella di applicare volutamente parametri e valori che tenessero alto il corrispettivo richiesto ai condomini. E' una scelta politica quella di non voler trovare consenso unanime con le forze politiche presenti in consiglio comunale. E' una scelta politica quella di non adottare trasparenza e chiarezza nella destinazione dei proventi".
Quest'anno l'amministrazione ha dichiarato di voler raccogliere altri 800mila euro dalla vendita dei diritti di superficie che come ha affernato il sindaco verrano usati per sostenere la sua politica fiscale e non per la destinazione a sostegno dell'edilizia sociale come la legge stabilisce.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

ti lascio la mia mail :
valepoy@hotmail.it

Carlo Arcari ha detto...

Grazie, ne prendo nota

Pasquale ha detto...

Ho sempre affermato che la differenza del costo che dovevo pagare nel Settembre del 2010(circa 3400 Euro)e la richiesta di Luglio 2011 (circa 7500 Euro)sono disponibile ad investirla insieme ad altri per intraprendere una Azione Legale nei confronti del Governo Comunale di Paderno Dugnano.
Taccone Pasquale