giovedì 22 agosto 2013

Un'idea per Paderno. Settembre si avvicina

Settembre si avvicina e si preannuncia un mese cruciale per Paderno Dugnano. Il 5 settembre si terrà la Conferenza dei Servizi che dovrebbe dire l'ultima parola istituzionale sul progetto di autostrada urbana a cielo aperto voluto da Serravalle e osteggiato dai cittadini di cinque comuni tra cui il nostro. Il 12 settembre si terrà l'assemblea sul futuro della città autoconvocata da un gruppo di padernesi, cittadini singoli, soggetti politici e associazioni.
Sono due eventi strettamente collegati. Lo sviluppo del progetto Rho-Monza condizionerà lo sviluppo della città e la lotta per l'interramento portata avanti in  questi cinque anni coincide con la lotta per dare a Paderno Dugnano un futuro diverso da quello deciso da forze e interessi esterni alla città. L'assemblea del 12 settembre è il momento in cui questi interessi alternativi dovranno venire evidenziati con forza e la difesa del progetto di autostrada interrata, voluto dai cittadini e approvato da cinque amministrazioni comunali e all'unanimità anche dal Consiglio Regionale, dovrà essere dichiarata prioritaria nel programma della futura amministrazione padernese.
Come dovrà essere dichiarata prioritaria la difesa dei beni comuni dei cittadini, sicurezza, lavoro, reddito, proprietà, ambiente, territorio, salute, scuola. Soprattutto il reddito e il lavoro sono i due problemi urgenti che la futura amministrazione dovrà mettere al centro della propria azione come evidenziato anche da una recente indagine della Caritas milanese. Finora la giunta di destra che governa Paderno ha sempre affermato di non poter fare nulla su questi due fronti, su quello della difesa del reddito (servizi) per via dei vincoli di spesa e su quello del lavoro perché non sarebbe, per la giunta Alparone, compito del Comune programmare e attuare una politica tesa a creare nuova occupazione.
La futura amministrazione di cui discuteremo il 12 settembre invece dovrà dichiarare con forza il contrario e mettere sul tavolo idee e proposte di intervento pubblico che vadano nella direzione dello sviluppo. La deriva della decrescita e della recessione va contrastata e l'amministrazione comunale deve fare la sua parte creando occupazione dove possibile, sostenendo e premiando l'iniziativa dei privati in questo senso, puntando soprattutto sui giovani, sulle imprese sociali e sulle realtà più forti e attive del territorio.  
Ricordo a tutti l'appuntamento del 12 settembre:

Un'idea per Paderno

Vieni a proporre insieme a noi

LA TUA IDEA DI CITTÀ

Ex Splendor, via Fante d'Italia
12 settembre 2013 – ore 21

Assemblea cittadina autoconvocata da:

Gianni Biffi (Cara Terra Mia), (Mario Rossetti) Lares 2012, Mauro Anelli, Ferruccio Porati, Mario Petazzini (Comitato Eureco-Medicina Democratica), Gianni Rubagotti (Associazione Radicale Enzo Tortora), Maura Vincenzi (Genitori Scuola di Via Tunisia), Lorena Tacco (AIEA), Carlo Arcari (PadernoForum), Alan Fontana, Lucio Romani, Gianfranco Massetti

Infoline: facinel@gmail.com 3281752688

3 commenti:

Gianni Rubagotti ha detto...

C'è un ordine del giorno della riunione del 12?
Si parte con gli interventi sulle idee da proporre o su come organizzarsi?
O i primo punto è decidere questo?

carlo arcari ha detto...

Caro Gianni, la prossima settimana, dovremmo come promotori incontrarci per definire l'OdG dell'assemblea.
In linea di massima la mia proposta è: dopo l'intervento di apertura che ricorda per punti gli scopi e gli obiettivi dell'assemblea, iniziano i contributi da parte degli iscritti a parlare, alla fine si tirano le conclusione del dibattito proponendo la creazione di alcuni forum tematici di approfondimento di un programma condiviso.

Gianni Rubagotti ha detto...

Ok, se possibile fammi sapere quando vi trovate.
Il problema dei forum è se vanno fatti prima o dopo una votazione per decidere se una proposta viene portata avanti o no.
Se no c'è il rischio che uno porta 10 proposte, passa ore e ore nei forum e poi vengono tutte scartate o snaturate...