giovedì 20 febbraio 2014

Elezioni: il centro sinistra è incerto, la coalizione ancora lontana

La fotografia del centro sinistra a tre mesi dalle elezioni di maggio è quella di uno sfibrante fermo immagine. 
Tutto è bloccato in attesa delle primarie interne del Partito Democratico che si terranno il 2 marzo e le forze di sinistra, ambientaliste e associative sue potenziali alleate, non sono riuscite finora a smuovere il più grande partito del centro sinistra dal suo percorso. Il PD come una pesante nave su un mare in bonaccia galleggia e si muove, quasi per inerzia, verso un obiettivo a breve che è quello di eleggere il timoniere al quale delegare la scelta della rotta  e dell'equipaggio. 
Su questo non sono stati fatti passi avanti rispetto alla mediazione faticosamente raggiunta a gennaio dal direttivo del partito di Figus e i potenziali alleati che vorrebbero dar vita in tempi brevi alla coalizione del centro sinistra sono costretti a segnare il passo. Tutto resta in sospeso e forse si riuscirà a intravedere qualcosa martedì 25 febbraio, dal confronto in programma all'Auditorium Tilane tra i due sfidanti, Caniato e Coloretti.
Il ritardo è un po' frustrante. Nessuno ha finora potuto discutere di programmi comuni da condividere dal momento che, mentre la lista Civica Sinistra per Paderno Dugnano ha presentato il suo pubblicamente e gli Ecocivici hanno pubblicato il loro sul sito web, un'occasione di confronto vero con quelli delle altre forze della possibile coalizione è mancata e non si sa quando avverrà.
Nell'attesa le diverse sigle rimaste ai bordi del campo si muovono sul posto. Gli Ecocivici hanno invitato i partiti a un incontro per discutere di elezioni e alleanze, ma sul loro sito pubblicano un intervento nel quale affermano che le primarie non sono il metodo giusto per scegliere il candidato sindaco. I promotori dell'appello "Unirsi per Cambiare" si incontrano stasera per fare il punto della situazione e decidere il da farsi, cioè presentare una lista civica o meno. Il PdCI e Rifondazione Comunista hanno confermato la loro scelta di non aderire alla Lista Civica di Sinistra senza bandiere di partito, ma di voler correre con il loro simbolo anche da soli.
Come si vede lo schema ipotizzato da Gianfranco Massetti sullo schieramento a tre punte, PD, Sinistra, Ecocivici-Associazioni, resta per ora l'idea personale di un esponente autorevole, un'ipotesi non condivisa da tutto il Partito Democratico e sostenuta apertamente solo da Sinistra per Paderno Dugnano.
L'unica cosa certa è la nebbia che grava sul percorso da fare che, unita alla lentezza del confronto politico, mettono a rischio la costruzione di una coalizione forte e unita in grado di competere con successo con quella di centro destra. I tempi lunghi non aiutano.

6 commenti:

Stefano Mora ha detto...

Che tristezza! Una certa sinistra non riesce, non vuole (?) capire che la gente è cambiata, e che la frammentazione non aiuta. Piuttosto allontana le persone dall'impegno. La lista civica Sinistra per Paderno era ed è una opportunità per uscire da questa logica e da questa palude. Al di à c'è solo un suicidio politico che vorremmo evitare.

Dr. Arch. Fabrizio Allegro ha detto...

Carlo, quindi cosa prevedi che al ballottaggio andranno il Centro destra e il M5stelle? Questo scenario è ipotizzabile?

carlo arcari ha detto...

Non credo. Le cose per fortuna sono in continua evoluzione. E' di ieri sera la notizia della nascita di una Lista Civica che appoggerà il candidato del centro sinistra se il PD accetterà di fare le primarie di coalizione. Pertanto se il fronte unito sarà PD+Sinistra+ Volontariato sociale+ Ecocivici, al ballottaggio ci dovrebbero andare centro destra e centro sinistra.

Anonimo ha detto...

una domanda sorge spontanea, ma alparone si ricandiderà, o correrà per uno scranio in europa? se non sarà lui il candidato sindaco del centro destra sarà in quota Lega? ma la lega a paderno esiste ancora?? liste civiche legate al centrodestra? cosa ne pensate?

Saluti
Luca

Domenico DI MODUGNO ha detto...

Caro Carlo, scrivi "< Il PdCI e Rifondazione Comunista hanno confermato la loro scelta di non aderire alla Lista Civica di Sinistra senza bandiere di partito, ma di voler correre con il loro simbolo anche da soli>." Ti domando: dove hai letto che il PdCI e il PRC vogliono correre da soli? A me non risulta alcuna dichiarazione o comunicato che confermi quello che tu hai scritto. Invece, con la presente, ti confermo e dichiaro che i Comunisti di Paderno Dugnano propongono, sostengono, lavorano per costruire un'alleanza piena di centro sinistra. Altre interpretazioni sono prive di fondamento o fuorvianti. Saluti cari.
Di Modugno Domenico

carlo arcari ha detto...

Caro Di Modugno, volevo dire che avete rifiutato l'offerta di partecipare alla pari con noi, come ha fatto SEL, alla costruzione della Lista Civica di Sinistra per Paderno Dugnano. Prendo atto con piacere che avete l'intenzione di partecipare alla coalizione di centro sinistra