mercoledì 7 luglio 2010

Affissioni abusive, Di Maio risponde a Massetti a mezzo stampa

Di Maio replica a Massetti: “Sui manifesti abusivi solo insinuazioni diffamatorie: la Polizia Locale agisce e sanziona in piena libertà. Massetti si informi prima di parlare”. L’interpellanza presentata dal consigliere PD sulla questione delle decine di affissioni abusive della Lega non sanzionate dalla vigilanza padernese ha fatto rizzare i capelli in testa (nonostante la gommina) all’assessore. Che ha immediatamente risposto con un veemente comunicato stampa in cui si rileva “la totale insussistenza delle insinuazioni sollevate”. Di Maio definisce le parole di Massetti “prive di fondamento in quanto ordinariamente la Polizia Locale vigila sulla materia e, alla sola data 25 giugno 2010, risultano accertate ben 14 violazioni in materia di affissioni”. E conclude la sua intemerata affermando che l’ex sindaco del PD avrebbe offeso “l’istituzione e il ruolo del comando di Polizia Locale”. Massetti, interpellato, si è limitato a replicare: “Ho solo chiesto di conoscere se e quante volte era stata multata la Lega per le sue numerose affissioni irregolari. Ancora una volta Di Maio non ha risposto puntualmente alla domanda: alla data del 25 giugno 2010 i vigili di Paderno Dugnano avevano fatto 14 contravvenzioni? A partire da quando e nei confronti di chi?”. Assessore, fa caldo, ce lo dica per favore: quante multe per affissione abusiva ha fatto alla Lega negli ultimi 12 mesi? (la foto è ripresa dal sito dei Verdi di Paderno Dugnano che per primi hanno denunciato questo malcostume)

12 commenti:

Anonimo ha detto...

qua pare soltanto che massetti abbia ancora l'acido addosso per i fatti del 7 giugno (2009) affissioni abusive sono i MANIFESTI mica adesivi della lega che vengono attaccati da PRIVATI e non dalla sezione stessa, perciò, o massetti vorrebbe anche lui tanta gente che attacchi adesivi PD, oppure non ha argomenti e tira in ballo sempre le affissioni boh non lo sappiamo.

Anonimo ha detto...

i verdi devono solo STARE ZITTI loro che l'abusivismo lo hanno sempre fatto e ci SONO LE PROVE!!!

Anonimo ha detto...

Al consigliere Massetti non è restato altro che andare in giro a fotografare gli adesivi della Lega.

Carlo Arcari ha detto...

Anonimo leghista, hai scritto tre commenti per non dire niente. Gli adesivi della Lega sono affissioni abusive che lordano la città e vanno sanzionati.

Anonimo ha detto...

io sono d'accordo con lei, arcari; se ci sono delle affissioni abusive vanno sanzionate; ma a chi andrebbe comminata la sanzione? non credo ci siano gli estremi per multare il partito, visto che chiunque ( paradossalmente anche un elettore non leghista) potrebbe avre affiso quegli adesivi.
temo che l'unica sarebbe cogliere l'affissore in flagrante: ipotesi tutt'altro che agevole, purtroppo.

marco

Carlo Arcari ha detto...

Giusta osservazione Marco, ma allora perché la Polizia Locale governata dall'assessore Di Maio continua imperterrita da un anno a questa parte a multare il segretario del PD o il presidente del Centro Falcone e Borsellino? Noi vorremmo sapere solo se fa lo stesso con la Lega e gli altri partiti. Perché l'assessore non risponde?

Anonimo ha detto...

Se avete prove che i verdi sono abusivi fornitecele, o sono come quelle delle sparate precedenti per l'inceneritore o altro? Mai viste, perchè non esistono siete dei fenomeni a buttare fango. I verdi sono stati multati per affissione abusiva,'assemblea sull'acqua pubblica' anche se questo manifesto non era stato affisso da loro senza parole Luna

Anonimo ha detto...

non mi piace parlare del passato ma le prove di un'abusivismo dei verdi io ancora sul mio telefono le ho, nel maggio 09 mi trovavo in giro con alcune persona AD AFFIGGERE MANIFESTI REGOLARI e passando dalla via bolivia notai sulle EPIGRAFI DEI DEFUNTI!!! alcuni manifesti della festa del sole, festa degli amici VERDI, loro sbagliarono, ma chi è senza peccato...

Andrea

Carlo Arcari ha detto...

Andrea, se ci sono delle leggi devono essere uguali per tutti e vanno fatte rispettare a tutti. Questo solo chiede Massetti che denuncia invece comportamenti diseuguali da parte di chi è preposto a farle rispettare. Non è così? Lo si dimostri rispondendo alla sua domanda, non parlando d'altro per non rispondere. Lo sconcio rappresentato da centinaia di adesivi attaccati dappertutto c'è e si vede. Se la Lega vuole l'ordine e la sicurezza cominci lei per prima a rispettare le norme della convivenza civile e magari dia l'esempio mandando in giro i suoi militanti a staccare quelli esistenti per riportare il decoro nella città che governano.

Anonimo ha detto...

corretto, quando io fui coordinatore del mgp (lo fui dal febbraio 08 al giugno 09 quando ricevetti dagli elettori un mandato in consiglio) io dissi sempre ai "miei" ragazzi di non attaccare adesivi e simili sui cartelli stradali, che ne andava del decoro e rispetto delle regole,ma io purtroppo per prima cosa non potevo sapere chi attaccasse gli stssi,e se fosse qualcuno che vuole delegittimarci?
io nn lo so ma noi abbiamo operato e operiamo e opereremo sempre secondo le regole. la coscenza é aposto la polemica la lascio ad altri

andrea

giorgio r. ha detto...

Andrea il leghista che attacca adesivi per la città, e non è più un ragazzino e lo sapete bene anche voi.
Certo che dopo aver deturbato tutta Paderno Dugnano dire "i verdi devono solo STARE ZITTI loro che l'abusivismo lo hanno sempre fatto e ci SONO LE PROVE!!!" x un manifesto ci vuole un bel coraggio.
Io di foto riguardanti i manifesti della Lega ne ho più di uno.

Anonimo ha detto...

Scusate se prendo la parola.E' sempre meglio ripetere e chiarire anche ai sordi e ai muti.A Paderno Dugnano ci sono molti problemi:una città ferma,la crisi occupazionale continua,i lavori pubblici da completare fermi,una maggioranza assente,un PGT fantasma ,i consigli di quartiere evanescenti..e un consiglio comunale che non viene messo in condizioni di lavorare.Da mesi la maggioranza non porta nulla.Ciò detto ho rifatto una interpellanza sui manifesti della Lega (come l'anno scorso) per rispondere a sollecitazioni e permettere di verificare che a Padeno dugnano le regole vengono rispettate.Io non ho dubbi sul comportamento della Polizia locale,io vorrei che questo fosse chiaro e che si rispondesse alle mia interpellaza con i fatti e non con l'insofferenza.
Allego la mia interpellanza e la risposta di Di Maio e di Grandesso che non dicono niente.Che problemi ci sono a dire quante e quali multe sono state date? E non parlatemi di privacy...proprio in questi giorni.
Sempre al servizio della città,anche dall'opposizione.
buona giornata.
gianfranco massetti