mercoledì 24 luglio 2013

Vieni a proporre la tua idea di città. Un manifesto per il futuro di Paderno

Un gruppo di cittadini a vario titolo impegnati in politica si sono incontrati nei giorni scorsi per discutere insieme la situazione di Paderno Dugnano in vista delle elezioni amministrative  del 2014. Insieme hanno convenuto che era necessario avviare un dibattito aperto che chiamasse tutti i soggetti interessati a un momento di confronto delle proprie idee, opinioni, visioni, sogni, programmi sul futuro della nostra città. Dall'incontro è uscito questo manifesto al quale hanno già aderito oltre ai promotori molti cittadini, comitati, associazioni e gruppi. L'appuntamento è per la metà di settembre. Buona lettura.

UN'IDEA PER PADERNO
Nel 2014 a Paderno Dugnano i cittadini saranno chiamati al voto per rinnovare l'amministrazione comunale.
Dal 2009 a oggi, con il governo cittadino affidato alla destra, abbiamo assistito allo smantellamento sistematico di tutte le iniziative e istituzioni sociali promosse e create in 15 anni di buon governo dalle amministrazioni democratiche. Sono stati chiusi o ceduti ai privati i centri di aggregazioni giovanile, ridotti gli spazi di partecipazione politica, tagliati i progetti di solidarietà internazionale, chiuso lo sportello stranieri del Villaggio Ambrosiano e la Consulta del Volontariato, liquidata Energie Locali, trasformato AGES da risorsa in un costo.
La giunta ha cercato di opporsi ai progetti di riqualificazione delle linee tramviarie provinciali, ha liquidato di fatto ogni forma avanzata di partecipazione fino allo svuotamento dei consigli di Quartiere, ha deciso di fare cassa con l'edilizia popolare, ha sostenuto la privatizzazione dei beni comuni come l'acqua pubblica e ha svenduto il territorio aprendolo alla cementificazione. Per non parlare dei tentativi di revisionismo tesi a negare i valori della Resistenza e della stessa Unità Nazionale.

Questa politica che ha impoverito la nostra città, diviso e reso ancora più distanti i suoi sette quartieri, depresso la sua socialità, va assolutamente rovesciata di segno, rimettendo Paderno sulla strada giusta le cui pietre miliari sono: più solidarietà, più integrazione sociale, più partecipazione, più investimenti sull'innovazione e le nuove risorse rappresentate da giovani, ambiente e cultura.
I partiti del centro sinistra, i comitati, le associazioni, i gruppi e i singoli cittadini che per quattro anni hanno portato avanti l'opposizione, in consiglio comunale e nella società, dando vita a movimenti, lotte e mobilitazioni a difesa dei beni tangibili messi in mora dalle scelte regressive della giunta di destra, vogliono proporsi alla guida della città per riaffermare la centralità di questi valori e sviluppare la vita democratica padernese.
Per farlo devono però riuscire a mettere in campo un'alternativa vincente basate su nuove idee, proposte e obiettivi tesi a costruire insieme la città che vogliamo.

A questo scopo noi cittadini riuniti nel comitato "Un'idea per Paderno" abbiamo deciso di promuovere una grande assemblea cittadina aperta a tutti coloro che in questi anni si sono schierati a difesa degli interessi concreti dei padernesi affermando nei fatti una diversa idea di città.
L'assemblea dovrà consentire a tutti di discutere e confrontarsi sui seguenti punti: Paderno vuol ricominciare a crescere; Paderno vuol essere una città attrattiva ed accogliente; Paderno crede che i giovani siano una risorsa sulla quale investire, Paderno crede nel lavoro come valore fondante, crede nell'innovazione, considera la cultura e le infrastrutture culturali (esistenti e da realizzare) le fabbriche del futuro; Paderno crede nella valorizzazione dell'ambiente e del territorio, per far nascere nuove imprese e nuova occupazione; Paderno crede nel Bilancio partecipato come principale strumento di integrazione della città che deve superare le sue storiche divisioni; Paderno sostiene il volontariato, l'associazionismo solidale e crede in un modello di impresa sociale in grado di produrre benessere e nuova economia.

L'assemblea verrà convocata con un manifesto comune firmato da tutti i soggetti promotori e aderenti all'iniziativa il cui testo proposto è il seguente:

Un'idea per Paderno
Vieni a proporre insieme a noi

LA TUA IDEA DI CITTÀ

Ex Splendor, via Fante d'Italia
12 settembre 2013 – ore 21

Assemblea cittadina autoconvocata da:

Gianni Biffi (Cara Terra Mia), (Mario Rossetti) Lares 2012, Mauro Anelli, Ferruccio Porati, Mario Petazzini (Comitato Eureco-Medicina Democratica), Gianni Rubagotti (Associazione Radicale Enzo Tortora), Maura Vincenzi (Genitori Scuola di Via Tunisia), Lorena Tacco (AIEA), Carlo Arcari (PadernoForum), Alan Fontana, Lucio Romani, Gianfranco Massetti

Infoline: facinel@gmail.com 3281752688


3 commenti:

Gianni Rubagotti ha detto...

Come funzionerà l'assemblea? Ci sarà solo l'esposizione delle idee o anche un voto su quali diventeranno comuni a tutto il comitato?

Unknown ha detto...

Caro Gianni, questo non possiamo deciderlo ora. Compito dei promotori adesso è allargare il più possibile l'adesione all'assemblea per fare in modo che siano tante le idee da mettere a confronto partendo dai temi proposti nel manifesto. L'assemblea stessa deciderà come concludersi. Ogni proposta verrà fatta in quella sede e in quella sede discussa. Ciao

Gianni Rubagotti ha detto...

Ok ma guarda che con gli 11 relatori già previsti a 10 minuti (comprendendo intervento e tempi morti) a testa fai già 2 ore, se poi bisogna anche discutere insieme le regole della serata prevedo già pieno così.