venerdì 7 febbraio 2014

Elezioni: gli Ecocivici e Giuranna "sfidano" PD e Sinistra

L'avvio del confronto politico in vista della campagna elettorale iniziato lunedì con la presentazione pubblica del programma e delle proposte della Lista Civica Sinistra per Paderno Dugnano, proseguito ieri con l'incontro organizzato dalla Rete Ecocivici, continuerà stasera, alle ore 21.00, presso la sede PD di Cassina Amata.
Il Partito Democratico ha indetto una riunione aperta a tutti i simpatizzanti per parlare delle prossime elezioni amministrative, del regolamento per le primarie e del primo giro di incontri politici che sta proseguendo, nonché delle primarie per il Segretario Regionale che si terranno, anche a Paderno Dugnano, domenica 16 febbraio, e che vede candidati Diana de Marchi e Alessandro Alfieri. 
Gli Ecocivici che ieri avevano invitato nella sede di Quartiere di Cassina Amata le forze politiche a un incontro chiuso al pubblico per discutere di elezioni e programmi, hanno poco correttamente disatteso l'invito facendo trovare ai delegati degli altri partiti una sala piena di gente.  In pratica avevano trasformato l'evento in un'assemblea pubblica, durante la quale non hanno illustrato programmi, ma hanno invece a sorpresa proposto alle forze di centro sinistra (cioè a PD, SpPD, PdCI, PRC, IdV, M5S) di rinunciare a presentare liste e simboli, non fare le primarie per scegliere il candidato sindaco, e "sciogliersi" in un listone civico guidato dal "loro" candidato sindaco, il blogger Giovanni Giuranna. 
Il neo candidato promotore dell'appello per il "rinnovamento profondo della politica locale", ha immediatamente accettato la candidatura offerta da Varisco e soci (a dimostrazione che il suo appello era stato concordato), e si è affrettato a pubblicare sul suo blog il curriculum vitae, dimostrando così di credere davvero alla proposta. Che ieri sera è caduta però nel silenzio imbarazzato dell'assemblea dal momento che nessuno ha preso la parola per commentarla, in un senso o nell'altro. 
Per ora, insomma, Giuranna è solo il candidato degli ambientalisti e di qualche amico. Deciderà il PD, che continua stasera il suo avvicinamento alle primarie di partito tra Antonella Caniato e Marco Coloretti, elezione che stando alle notizie raccolte finora dovrebbe tenersi domenica 2 marzo.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Consiglio la lettura del comunicato del Movimento 5 Stelle di Paderno Dugnano sull'incontro da cui si era già smarcato con un comunicato precedente dove ribadiva di non aderire all'appello.

http://padernodugnano5stelle.it/il-nostro-punto-di-vista/


"Ci sentiamo in dovere di precisare che il signor Giuranna, pur facendo parte di comitati in cui partecipano anche portavoce del M5S, non è assolutamente vicino alle nostre posizioni: anzi, abbiamo più volte ravvisato posizioni molto distanti emerse leggendo articoli pubblicati sul suo blog, e notato sue omissioni di nostri interventi a difesa dei cittadini."

Insomma questo appello ha fatto una cosa tipicamente di sinistra: proclamare la volontà di un'unione per provocare delle spaccature...

Gianni Rubagotti

Anonimo ha detto...

Giuranna te sei una persona pulita,non farti sporcare da individui che ti vogliono strumentalizzare perchè cercano poltrone.Mandali al diavolo e partecipa per il bene della comunità che rappresenti ad un progetto nuovo,civile,praticabile,innovativo all'interno del P.D..
Taccone Pasquale

Anonimo ha detto...

Consiglio la lettuta del Programma degöi ecocivici (pubblicato e disponibile da tempo) e frutto di molti incontri fatti con diverse realta'. Si puo essere in disaccordo ma (c ero alla serata) non parlerei di 'sfida' ma di proposta fuori dagli schemi.
Cordiali saluti.
Luigi

Unknown ha detto...

Caro Luigi, gli Ecocivici,se vogliono confrontarsi con gli altri soggetti politici della futura coalizione del centro sinistra, devono illustrare in pubblico il loro programma e metterlo in discussione. La candidatura unica e il listone unico non sono "proposte fuori dagli schemi" sono semplicemente proposte inaccettabili e infatti sono state respinte.

Anonimo ha detto...

Perchè non puo' essere presa in considerazione la proposta degli ecocivici?

Anche io ero alla serata e non ho avvertito nessuna sfida...C'è forse un solo modo per fare politica?

Giovanni Giuranna non mi pare uno sprovveduto e se ha accettato avrà dei motivi seri...che credo abbia iniziato ad illustrare....motivi per tenere unita una sinistra che è gia divisa (o vogliamo fare finta che non sia cosi)?

Livia

Anonimo ha detto...

Perchè non dovrebbe essere presa in considerazione la proposta degli ecoivici? anche io ero alla serata e non ho avvertito alcuna fida.

Giovanni Giuranna non mi sembra uno sprovveduto, se ha accettato credo abbia motivi seri....che sta iniziando a spiegare. Anzichè arrivare alle conclusioni....perchè non asepttare di capire anche da lui?


Inoltre, leggendo il documento dei 5stelle....pare che vogliano avere l' "esclusiva" dell'essere proposta "nuova".

Infine, che la sinistra sia già "spaccata" credo sia un dato, certo non una conseguenza degli ecocivici.

Livia

Unknown ha detto...

Cara Livia l 'unità dei diversi non si fa né per decreto né perché uno solo dei soggetti lo decide e lo propone. E' un processo lungo e difficile che deve partire con i modi dovuti e che deve maturare nel tempo, nel rispetto, nella riflessione e nel confronto sul campo tra le diverse forze che potenzialmente potrebbero convergere.
Certo non si può fare questo percorso oggi, a tre mesi dalle elezioni, per di più dicendo al PD e agli altri partiti che la gente non li vuole ed è stufa di loro e della loro "vecchia" identità. Chiunque respingerebbe questa premessa scorretta e offensiva. Per questo motivo il progetto non è stato accettato e la proposta è caduta nel vuoto. Un'alleanza è ancora possibile e auspicabile tra noi, ma non la lista unica e il candidato sindaco unico. Gli Ecocivici e Giuranna, propongano più umilmente un piano B se ne hanno uno che però tenga conto della realtà.

Anonimo ha detto...

Gentile Sig. Arcari,

io non ho sentito (durante la riunione del 6 febbraio) niente di offensivo verso i partiti (anzi).

Spero che il Partito Democratico rifletta e lanci una proposta alternativa MA che tenga conto del bel percorso proposto dagli ecocivici.

Non farlo, secondo me, sarebbe cecità.

Vedremo cosa porterà....bisogna, come scrive, darsi TEMPO e non esprimere pareri affrettati (a mio modesto parere).

Livia

Unknown ha detto...

Tempo non ce n'è più Livia, la vostra proposta è tardiva e inemendabile. Il percorso del PD e della Sinistra è ormai tracciato: primarie di partito, confronto sui programmi, primarie di coalizione, scelta del candidato sindaco da parte degli elettori del centro sinistra.
Giuranna e gli Ecocivici se vogliono possono inserirsi in questo percorso, alla pari con gli altri partiti.